fbpx
Seleziona una pagina

Allevare galline, anatre e oche

Una guida completa basata sulle nostre esperienze per allevare bene i nostri  fantastici uccelli

35,00 30,00

Svuota

Sul libro

Chi già ci conosce sa che il nostro motto è “Allevare è Proteggere!” e chi alleva per passione sa che non sono mere parole. Cosa ci fa lavorare tutti weekend e chi ci fa sentire in colpa se andiamo in ferie? Cosa ci fa stare con gli stivali dall’alba al tramonto se non la passione per i nostri animali? Non ci importa che siano Galline o Anatre, Tacchini o Oche, loro sono parte di noi, sono nei nostri pensieri, nelle nostre angosce, ci danno grandi soddisfazioni e sono una parte di noi.

E noi li alleviamo. Allevarli nel più nobile dei significati possibile. Non li sfruttiamo, non li priviamo della loro natura perché sappiamo che non sono oggetti ma singole personalità. Ciascuno unico a suo modo e noi ne conosciamo le esigenze senza confonderle con le nostre. Noi li proteggiamo e loro ricambiano in mille modi aiutandoci. In questo libro, scritto realmente di nostro pugno, abbiamo condensato le nostre esperienze e le soluzioni escogitate a tutti i problemi che abbiamo dovuto affrontare in quasi 20 anni di allevamento avicolo.

Buona lettura.

Cosa puoi imparare da questa guida?

^

costruzione del recinto

^

Genetica

^

Alimentazione

^

imprinting

^

incubazione

^

Gestione dei possibili predatori

Costruzione del recinto.

La dimensione.

La dimensione di un recinto è il risultato di diversi fattori e non deve essere data unicamente dallo spazio disponibile.

In primisbisognerà considerare il numero e la taglia degli animali che vorremmo alloggiarci.Il loro carattere: gregario o aggressivo,e più in generale le esigenze comportamentali della specie di appartenenza. Auspicabile farsi dare qualche consiglio da altri allevatori o, in extrema ratio dal venditore. 

Il recinto non deve solo garantire il minimo spazio utile perché gli animali possano realizzare le loro funzioni vitali ma sarà opportuno la presenza di stimoli e arredi che ricordino l’ambiente originario della specie.

Se necessario per la specie in allevamento andrà poi considerata la costruzione di un riparo per le intemperie o addirittura la costruzione di una casetta riscaldata nei periodi invernali.

Da non sottovalutare poi che recinti sovraffollati e troppo piccoli possono far insorgere gravi problemi igenici e quindi malattie.

In Italia la legislazione non individua alcun rapporto ottimale tra la metratura del recinto e il peso vivo complessivo degli animali insistenti moltiplicato per un coefficiente che varia da specie a specie in funzione delle loro esigenze comportamentali. Il legislatore ha lasciato tutto a discrezione dell’allevatore e degli agenti di pubblica sicurezza.

A ogni modo è bene sottolineare l’importanza di un adeguato dimensionamento poiché questo garantirà la salute e quindi il benessere degli animali alloggiati. Questo benessere poi si ripercuoterà positivamente sulla crescita, sul numero di uova deposte e sulla loro fertilità. Oltre a diminuire drasticamente il ricorso a presidi sanitari.

 

La recinzione

La recinzione ha il duplice scopo di contenere gli animali al suo interno impedendone la fuga e l’inderogabile necessità di tenere all’esterno i predatori.

Noi consigliamo di utilizzare rete elettrosaldata a maglie estremamente fini (di massimo 3 cm di lato) nel primo metro e di interrarla almeno per venti cm. Nel caso di presenza di molti tassi (Melesmeles) riterremmo opportuno stendere un secondo rotolo alto almeno un metro di rete parallelo al terreno per tutta la lunghezza della recinzione in quanto questi mustelidi tendo a scavare la galleria non ai piedi della recinzione ma diversi decimetri prima.

Le maglie dovranno inoltre essere sufficientemente fini in modo da evitare che i nostri animali possano infilarci la testa, ali o zampe attraverso, rischiando così di ferirsi.

Fondamentale sarà inoltre il sistema di antintrusione. Ve ne sono di diversi tipi: il primo,adottato anche da noi, consta in un braccio di circa quaranta cm inserito a quarantacinque gradi nel palo che sostiene la rete e rivolto verso l’esterno del recinto. A questo braccio è legata un’ulteriore rotolo di rete elettrosaldata

Capitoli

Pagine

 in questo libro abbiamo racchiuso consigli e astuzie frutto delle nostre esperienze.Quello che troverete in queste pagine, scritte di nostro pugno, sono informazioni necessarie per garantire il benessere di questi animali domestici. Benessere che si ripercuoterà positivamente sui risultati del vostro aviario e vi permetterà di accrescere (speriamo di cuore) la vostra passione su questo magnifico mondo e sui fantastici animali che lo popolano.

Acquistalo oggi stesso!

Allevare Galline, Anatre e Oche. Versione cartacea.

35,00 30,00

Svuota
Allevare Galline, anatre e oche - AvicoliOrnamentali.it

Una guida completa basata sulle nostre esperienze per allevare bene i nostri  fantastici uccelli

URL: https://avicoliornamentali.it/allevare-galline-anatre-e-oche/

0